8 Ottobre 2021

I 3 Migliori misuratori di qualità dell'aria domestica

Conoscere il valore di inquinamento domestico è molto importante. Per ricavarlo si può ricorrere a un misuratore della qualità dell'aria di casa. In commercio ve ne sono di diversi tipi e si differenziano tra di loro in base alle funzioni e alle specifiche tecniche. A seconda del proprio budget e delle esigenze, è possibile optare per un determinato modello piuttosto che per un altro.

Tutti i giorni i mass media danno notizie sull'incremento dei dati relativi all'inquinamento atmosferico su scala mondiale. Di conseguenza, si sta sviluppando sempre più una sensibilità verso il tema e sui metodi per prevenire i vari pericoli per la salute e il benessere.

L’inquinamento dell’aria all'interno delle abitazioni è altrettanto importante per difendersi da infezioni e allergie. Per tale motivo, è necessario conoscere i fattori inquinanti e adottare le giuste misure per contenere l'abbassamento della qualità dell'aria negli ambienti domestici.

Tra i principali fattori che incidono negativamente sulla qualità dell'aria all'interno degli immobili vi sono:

  • Sostanze inquinanti che derivano dagli esseri umani e dagli animali come l'anidride carbonica e gli agenti patogeni
  • Agenti inquinanti domestici di origine naturale come il gas radon
  • Formaldedide
  • Particolato sottile PM2.5 e PM10 provenienti dall’esterno.

A questi si aggiunge anche il "soffocamento dell'aria" dovuto all'eccessivo isolamento dell'immobile.

I 3 Migliori misuratori di qualità dell'aria 

L'inquinamento, lo smog e il metano prodotto dagli animali contribuiscono ad abbassare il livello qualitativo complessivo dell'aria. Per vivere in un ambiente sano e pulito, è preferibile dotarsi di uno o più misuratori di qualità dell'aria. Grazie a essi, è possibile sapere in modo chiaro e preciso la percenutale di monossido di carbonio presente in un determinato ambiente e in caso di eccesso regolarsi di conseguenza.

Il crescente interesse attorno a questi dispositivi ha provocato un forte aumento delle alternative proposte sul mercato da diversi marchi di elettronica. Ecco quali sono i 3 migliori misuratori di qualità dell'aria, in termini di rapporto tra prezzo e prestazioni:

Perché acquistare un misuratore di qualità dell'aria?

Numerosi utenti che vivono in città sentono l'esigenza di tenere sotto controllo la qualità dell'aria domestica. Di qualsiasi tipo di abitazione si tratta (villa, appartamento o altro), l'esposizione su un'area soggetta a traffico determina una concentrazione di agenti inquinanti, soprattutto i particolati PM2.5 e PM10.

La vicinanza a un interporto o a un'autostrada provoca, inevitabilmente, l'ingresso di sostanze poco salutari nel momento in cui si effettua il classico ricambio d'aria spalancando le finestre di casa. Anche la vicinanza alle industrie, che producono inquinanti gassosi, genere lo stesso effetto. In ogni caso, è opportuno effettuare un ricambio d'aria frequente per evitare che le sostanze inquinanti presenti in casa raggiungano un tasso eccessivo. Esso permette anche di evitare l'insorgenza delle muffe a causa dell'elevata umidità.

Quindi, per evitare che la situazione sfugga di mano e che l'ambiente domestico diventi poco salutare, è necessario dotarsi di un misuratore di qualità dell'aria affidabile e utilizzarlo con regolarità.

Come scegliere un misuratore di qualità dell'aria

Un sistema di monitoraggio della qualità dell’aria deve effettuare un controllo dei vari tipi di inquinanti come l’anidride carbonica (CO2) e il monossido di carbonio (CO).

Prima di effettuare l'acquisto di un misuratore di qualità dell'aria, è opportuno informarsi sulla scheda tecnica del modello per assicurarsi che sia funzionale alla rilevazione delle sostanze di proprio interesse.

Per avere un'idea precisa del prodotto da prendere in considerazione, è bene conoscere le principali sostanze che dovrebbe essere in grado di rilevare:

  • CO2 e CO: la CO2 o anidride carbonica, che è presente in modo naturale nell’aria ma diventa rischiosa se è presente in quantità elevata. Essa infatti può accumularsi e provocare problemi al sistema di riscaldamento della casa.
    Il CO o monossido di carbonio, invece, viene sprigionato dalle combustioni di carburante ed è un gas invisibile.
  • Particolato: indicato anche con l’abbreviazione PM è costituito dalle particelle che fluttuano nell’aria. Elementi come polveri, pollini, muffe e particelle di fumo fanno tutte parte del particolato. Si pensa che il particolato sia una particella che misura tra i 2,5 e i 10 micrometri di diametro (PM10). Determinate attività come cucinare o fumare possono far lievitare il tasso di particolato presente nell’aria.

Per quanto riguarda le caratteristiche che deve avere un buon misuratore di qualità dell'aria, se ne possono distinguere cinque a cui prestare attenzione:

  • Dimensioni: alcuni prodotti sono progettati per essere trasportati e alcuni addirittura per essere agganciati ai vestiti. Quindi se si ha bisogno di un prodotto da spostare da un ambiente all'altro, è opportuno prendere in considerazione le dimensioni del modello da acquistare.
  • Display: uno schermo nitido consente all'utente di accedere chiaramente ai dati rilevati dal misuratore. Non tutti i modelli però hanno un display. Diversi, infatti, sono soltanto dotati di spie luminose.
  • Filtraggio: alcuni prodotti non si limitano alla rilevazione ma offrono anche un filtro integrato che aiuta a mantenere pulita l'aria presente nell'ambiente.
  • Funzioni smart: dei rilevatori possono addirittura collegarsi alla rete Wi-Fi e comunicare con vari dispositivi smart. In questo modo, è possibile rilevare i dati sulla qualità dell'aria anche dal proprio smartphone mediante un'app collegata.
  • Alimentazione: si può optare per un modello alimentato con una presa di corrente o alimentato a batteria. Il fatto che il dispositivo funzioni anche a batterie è molto utile, dato che in caso di assenza di energia elettrica può continuare a svolgere il proprio lavoro.

IGERESS WP6930S

Un misuratore della qualità dell'aria portatile che si distingue per l'affidabilità e la praticità. Esso consente di rilevare diversi valori come quello della formaldeide. Non necessita di alcuna applicazione ma è sufficiente accenderlo per iniziare a effettuare delle rilevazioni, i cui risultati sono visualizzabili sull'ampio display. Quest'ultimo permette di accedere alle diverse impostazioni e ai grafici. Il dispositivo è dotato di una batteria ricaricabile tramite cavo USB e il livello di carica è indicato direttamente sullo schermo.

Grazie a IGERESS WP6930S si può ottenere un'accurata misurazione dei seguenti fattori:

  • Temperatura ambientale;
  • Umidità;
  • Quantità di PM10, PM2,5 e PM1,0;
  • Livello della formaldeide;
  • VOC.

Ciascuno di essi ha una soglia specifica e una volta che viene superata il misuratore emana un segnale. Per quanto riguarda il livello di formaldeide, invece, la soglia può essere impostata in modo manuale.

Airthings Wave Plus 2910

Un prodotto utilizzabile dallo smartphone o dal tablet. La sua compatibilità con gli assistenti vocali è un valore aggiunto. Il dispositivo analizza diversi valori, tra cui quello del gas radon ma non prevede la rilevazione delle polveri sottili. Tra i suoi assi nella manica ci sono ben sei sensori che forniscono informazioni su: temperatura interna, percentuale di umidità, pressione atmosferica e quantità di anidride carbonica presente nell'aria.

Uno dei suoi tratti esclusivi è la forma circolare e compatta, che lo rende facilmente trasportabile. L'alimentazione avviene con due batterie AA mentre la consultazione dei dati misurati deve avvenire tramite cellulare poiché Airthings Wave Plus 2910 non è dotato di display. Tutti i dati vengono salvati grazie all'applicazione e possono essere esportati su un computer. In questo modo, si può ottenere un monitoraggio costante ed effettuare dei confronto dei valori, nel corso del tempo.

Netatmo NHC-IT

l Netatmo NHC-IT è un misuratore della qualità dell'aria che fa il suo dovere ed è utilizzabile tramite cellulare. L'estetica gradevole e la precisione permettono di avere un buon prodotto a un prezzo non eccessivo.

Il misuratore in questione non ha il display quindi i valori sono monitorabili soltanto attraverso lo schermo del proprio smartphone. Per l'utilizzo è necessario collegare il dispositivo alla presa di corrente e scaricare l'app sul cellulare. Quest'ultima è disponibile sia su App store sia su Play store. I valori riguardano il grado di umidità, la temperatura e l'anidride carbonica. Manca però la rilevazione delle polveri sottile. Nel caso in cui i dati superino le soglie consigliate, viene inviata una notifica direttamente sullo smartphone . Oltre all'app, il misuratore può essere collegato anche con Apple HomeKit, che risulta essere l'unico sistema di domotica compatibile. Non lo sono invece Google Home e Amazon Alexa.

Conclusione

Grazie a questi modelli, la qualità dell'aria può essere tenuta sotto controllo, in modo tale da prevenire ogni situazione di rischio dovuta a un eccesso di sostanze inquinanti. La possibilità di consultare i dati provenienti dal monitoraggio direttamente sul proprio smartphone è molto utile e permette a tutti gli utenti di misurare comodamente i livelli di inquinamento domestico. Tutto questo si traduce in una maggiore benessere per gli abitanti della casa e in un innalzamento della vivibilità degli ambienti domestici.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram