27 Settembre 2021

Cos'è, come funziona e a cosa serve una valvola termostatica

Le valvole termostatiche sono uno degli acquisti più gettonati degli ultimi anni, in ambito domestico. Si tratta di componenti che consentono di migliorare il rendimento dell'impianto di riscaldamento assicurando un risparmio energetico e un risparmio in bolletta.

Per avere una temperatura costante in un determinato ambiente, è necessario impostare la temperatura che si vuole sfruttando la testina termostatica. Una volta che viene fatto ciò, le valvole termostatiche provocano una regolazione ottimale dell'acqua calda attivandosi o disattivandosi al fine di raggiungere e mantenere il livello termico desiderato.

In questo modo, si evitano sia gli sprechi sia la dispersione di calore. Alcune valvole sono dotate anche di un timer. Ciò permette una regolazione della climatizzazione nelle varie ore del giorno.

A seconda del tipo di valvola, è possibile trovare una numerazione progressiva, che di solito va da 1 a 5. Essa serve a offrire una regolazione intuitiva del livello di temperatura che si vuole ottenere.

Cos'è una valvola termostatica?

La valvola termostatica è una valvola la cui apertura varia in base alla differenza fra la temperatura impostata dall'utente e quella dell'ambiente circostante.

La funzione del dispositivo è quella di mantenere la temperatura pari a quella scelta sulla testa termostatica. Di conseguenza, quando i due livelli coincidono, la valvola regola la chiusura.

In altre parole, la valvola termostatica permette di controllare il flusso di calore dell'impianto di riscaldamento per ciascun ambiente e di bilanciare il sistema in modo automatico.

Grazie al dispositivo in questione, è possibile dare valore agli interventi di coibentazione termica e controllare indirettamente la temperatura fornita da un impianto a radiatori. Le principali caratteristiche sono: il valore kv, tale parametro indica la quantità d'acqua che passa attraverso il corpo valvola, e la pressione differenziale massima che è fondamentale affinché la valvola non diventi rumorosa.

Come funziona una valvola termostatica?

Essa può essere utilizzata in circuiti di raffreddamento o in circuiti di riscaldamento. Nel primo caso, l'apertura della valvola è minore quando la temperatura è più bassa mentre è maggiore quando il valore è più alto. Di conseguenza, essa è completamente chiusa, impedendo che il fluido possa passare, nel momento in cui la temperatura è inferiore alla soglia di intervento, e aperta quando la temperatura è ottimale per l'impianto.

I circuiti di riscaldamento, invece, si differenziano per il funzionamento contrario rispetto a quelli di raffreddamento. Quindi, l'apertura della valvola è maggiore quando la temperatura è più bassa e minore in corrispondenza di un valore di temperatura più elevato.

Tipologie di valvola termostatica

Grazie ai comandi termostatici, le valvole termostatiche consentono di effettuare autonomamente la regolazione della temperatura ambientale a un determinato valore di set-point.

Il funzionamento che sta alla base è di tipo meccanico e si fonda sulla modulazione della portata del fluido che scalda. Quindi non è necessaria la corrente elettrica per alimentare la valvola.

Attraverso il loro funzionamento regolano l'emissione termica dei radiatori mantenendo stabile il livello di comfort. Le valvole classiche hanno un limite molto importante: permettono di mantenere una determinata temperatura senza la possibilità di essere programmate. Quindi, non sono capaci di gestirla, nei singoli ambiente, in base al giorno oppure a un determinato orario. Nel caso degli impianti a colonne montanti, tale limitazione non può essere aggirata.

Diversamente, nel caso degli impianti a zona, il limite può essere superato in parte abbinando uno o vari cronotermostati, suddividendo il sistema per separare gli ambienti domestici a seconda delle diverse abitudini di utilizzo.

In base alle caratteristiche e alla tipologia di comandi installati sulle valvole, esse si possono classificare in:

  • Valvola radiatore con comando termostatico (la comune valvola termostatica);
  • Valvola radiatore con comando elettronico o valvola termostatica elettronica;
  • Valvola radiatore con comando connesso, anche detta valvola termostatica connessa.

Le ultime due rappresentano una novità sul mercato e sono quelle più richieste per le loro funzionalità.

Come risparmiare con una valvola termostatica?

Se si acquista un prodotto di buona qualità e le si utilizza in modo corretto è possibile ottenere un eccellente comfort abitativo e un risparmio sostanzioso.

I principali vantaggi legati a un utilizzo intelligente della valvola termostatica sono:

  • La temperatura confortevole in ogni ambiente grazie all'uniforme distribuzione del calore;
  • Controllo della temperatura di ritorno dell'impianto di riscaldamento a radiatori;
  • Risparmio energetico grazie a una richiesta molto bassa di portata d’acqua. Ciò è possibile perché il calore del liquido viene utilizzato soltanto in caso di necessità Il calore;
  • Un utilizzo intuitivo dell’impianto di riscaldamento grazie al bilanciamento continuo.

Uno dei maggiori benefici apportati dal dispositivo è la regolabilità. Per ottenere una temperatura di circa 20°C, ad esempio, basta ruotare la valvola del radiatore su un determinato numero per ottenere il livello di calore desiderato oppure spostarla su un altro numero, maggiore o inferiore, per ottenere una temperatura diversa.

Questo sistema di numerazione viene utilizzato per l'impossibilità di stabilire, in partenza, la temperatura di un determinato ambiente.

Valvole termostatiche e risparmio energetico

Chi desidera risparmiare consumando minore energia elettrica trova un valido alleato nella valvola termostatica. Il suo utilizzo, in modo ottimale, permette un risparmio anche fino al 40%. Tale percentuale però può variare in base a diversi elementi come l'efficienza del radiatore e la zona in cui si trova.

Le valvole termostatiche offrono un incremento dell'efficienza energetica degli impianti di riscaldamento. A seconda della tipologia di valvola ci può essere una differenza di risparmio che oscilla tra il 7,1% e il 23,3%. In ogni caso, essere assicurano un abbattimento dei costi.

Al fine di ottenere un risparmio costante nel tempo, è opportuno non coprire i termosifoni ed evitare di installarle in prossimità di mobili. La dispersione di calore rischia di vanificare i benefici della valvola.

Un altro accorgimento consiste nel chiuderla quando si lascia arieggiare una stanza e selezionare il numero in base alla stagione: il numero più alto è da prediligere nei mesi caldi quando si utilizzano meno i termosifoni al fine di evitare che si accumuli del calcare nella valvola.

Infine, è opportuno effettuare una corretta manutenzione ordinaria per avere il massimo dell'efficienza.

Conclusione

I numerosi vantaggi del dispositivo compensano l'esborso economico e questo lo rende particolarmente conveniente per la maggior parte degli utenti. In commercio sono presenti numerosi modelli, di vari tipi, quindi è opportuno scegliere il più adatto rispetto ai propri bisogni.

Il successo delle valvole termostatiche è anche legato alla crescente attenzione alla sostenibilità. Il loro utilizzo assicura minori consumi e quindi un abbattimento degli sprechi energetici. Di conseguenza, numerosi utenti con una spesa non troppo alta hanno un risparmio immediato in bolletta e contribuiscono all'ambiente. Tutto ciò fa sì che sempre più case e uffici siano dotati del dispositivo ottenendo una maggiore efficienza degli impianti di riscaldamento.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram