Costi impianto videosorveglianza: installazione e manutenzione

Il bisogno di sicurezza è sempre più forte a livello mondiale. Questo spiega la crescente richiesta di soluzioni tecnologiche per la protezione della sfera domestica contro le intrusioni dall'esterno e i tentativi di infrazione.

Sul mercato vi sono diversi tipi di di impianti: telecamere a circuito chiuso, per interni ed esterni, diverse da quelle per uso amatoriale. Con queste soluzioni, il sistema di videosorveglianza trasmette a uno o più monitor immagini a colori o in bianco e nero, che automaticamente vengono registrate.

Nelle case si rivelano preziosi i sistemi wireless perché riducono al minimo la presenza di cavi offrendo un livello di protezione comunque molto elevato. Ciò garantisce la massima sicurezza e il minimo impatto estetico. Inoltre, la mancanza dei fili rende più facile l'installazione.

Chiunque desideri sentrisi al sicuro tra le quattro mura opta per un impianto di videosorveglianza all'avanguadia. Si decide di installarne uno quando si vogliono perseguire i seguenti obiettivi:

  • Controllare una determinata zona con la possibilità di allertare automaticamente la vigilanza o le forze dell'ordine
  • Migliorare il livello di sicurezza percepita
  • Ridurre il più possibile il compimento di atti criminali nei confronti del proprio immobile

L'acquisto di un sistema di video sorveglianza permette di proteggere chiunque abita nelle quattro mura. Recenti statistiche dimostrano che le abitazioni prive di impianti sono soggette a furti fino a 2,7 volte in più rispetto a quelle che ne sono dotate. Quindi, il sistema in questione rappresenta un alleato fondamentale per proteggere i propri cari e gli oggetti custoditi nell'immobile.

Con un impianto di videosorveglianza smart, è possibile controllare a distanza l'abitazione ma anche gli animali o i minori in assenza di un adulto. Questo vantaggio è molto importante per chi deve trascorrere una parte della giornata lontano dalla propria casa. Installando una o più telecamere è possibile controllare non solo ciò che avviene all'interno ma anche che si presenta all'ingresso e verificare l'identità del visitatore.

Grazie a una soluzione di questo tipo si possono monitorare anche delle persone che necessitano di una particolare assistenza. Quindi con telecamere IP e sistemi di allarme dotati di telecomandi SOS si ha la possibilità di fornire un supporto immediato.

Quanto costa un impianto di videosorveglianza?

Per dare una risposta esaustiva a questa domanda, bisogna considerare innanzitutto il numero di telecamere di cui è dotato. Il costo per un sistema da 4 videocamere oscilla da un minimo di 200 a un massimo di circa 300 euro.

In questo modo si ottiene un it che non necessita di alcun intervento di installazione, quindi si tratta di una soluzione "chiavi in mano". Il costo per un impianto di videosorveglianza da esterno, invece, va da un minimo di 99 a un massimo di circa 120 euro. In questo caso, si ha a disposizione un kit completo con telecamera da esterno e di solito è presente anche un display da almeno 3,5 pollici.

I costi aumentano nel caso in cui si tratti di un impianto per utilizzo condominiale. In tal caso l'impianto può avere un prezzo che va dai 200 ai 500 euro. Sul prezzo finale incidono vari parametri da tenere in considerazione in fase di installazione. Tuttavia, le telecamere wireless offrono una buona copertura e una risoluzione valida in varie condizioni di luminosità.

Costo delle telecamere

Sul costo complessivo dell'impianto influisce molto anche quello della singola telecamera. Quelle da esterno, ad esempio, presentano un materiale isolante dai vari agenti atmosferici come la pioggia, la neve, la grandine e dalle temperature superiori a 40 gradi. Si tratta di modelli più resistenti ma anche più cari. Quindi, il prezzo può aggirarsi sui 200 euro.

Le telecamere di sorveglianza wireless sono le più diffuse perché offrono delle prestazioni molto valide e si collegano direttamente al router tramite rete Wi-Fi, senza cablaggio. Alcuni modelli presentano un proprio indirzzo IP, che riduce le interferenze con la rete domestica, e hanno un prezzo che in media si aggira sui 100 euro.

Particolare attenzione, negli ultimi anni, viene attribuita alle videocamere con salvataggio dei dati in cloud. Grazie a tale sistema, le immagini vengono registrate e inviate per la memorizzazione in cloud. I dati salvati hanno una durata limitata ma acquistando un abbonamento si può prolungare la durata della memorizzazione. Il costo di questi modelli è più alto e può superare i 250 euro. Tuttavia, la praticità offerta rispetto ai modelli tradizionali è notevole.

Costi di installazione delle telecamere

Sono numerosi i tipi di telecamere che si possono installare. In base alla scelta, i costi di installazione possono aumentare o calare. Quindi, è opportuno conoscere innanzitutto i prezzi che possono variare da 100 fino a più di 600 euro. Molto dipende dalla qualità del dispositivo. Di solito, i sistemi di sicurezza sono configurati in gruppi di quattro, otto o sedici unità.

Bisogna essere capaci di trovare delle offerte in linea con le proprie esigenze, tenendo presente il fatto che l'acquisto di singole telecamere può far lievitare sensibilmente il prezzo totale dell'impianto. Inoltre, talvolta, il kit può includere l'installazione di un citofono, che è un valido complemento per la sicurezza domestica.

Costi di manutenzione

Ogni sistema elettronico può richiedere degli interventi di manutenzione. Ciascuno di essi può avere un determinato costo. Nel caso in cui si voglia acquistare un sistema di videosorveglianza a pagamento, è probabile che la ditta di installazione possa essere responsabile dello svolgimento di tali operazioni.

Non è da escludere però la possibilità di comprare un'assistenza personalizzata in caso di emergenza, con tariffe che possono variare dai 50 ai 100 euro al mese. I costi di manutenzione, in ogni caso, dipendono dal tipo di servizio desiderato e dalla tecnologia dell'impianto scelto.

Costi della corrente elettrica

Quando si parla di videosorveglianza, uno degli argomenti di maggiore interesse è il consumo energetico. Nel caso in cui l'utente decida per un un antifurto collegato alla corrente, deve prendere in considerazione i costi legati all'elettricità. Per capire quanto consuma l'antifurto, è opportuno disattivarlo quando non lo si utilizza. Tale operazioni va eseguita soltanto per una valutazione di questo tipo ma mai in generale perché espone la casa a tutti i pericolo della mancata presenza di un antifurto.

Ipotizzando di avere in casa un sistema di 8-10 sensori di movimenti interni, 3-4 tastiere di programmazione, un collegamento alla centrale e un combinatore telefonico, il consumo di elettricità può arrivare a circa 70 kWh/ora.

Una telecamera di media grandezza, invece, consuma intorno ai 300 mA vale a dire 3,5 Watt mentre i modelli di grandezza superiore, che di solito presentano dei led infrarossi potenti, consumano circa 8,5 Watt.

Nel complesso, i consumi medi delle telecamere di videosorveglianza sono contenuti e questo permette di non gravere troppo sulla bolletta dell'energia elettrica.

Costi complessivi

Stabilire con esattezza il costo di un impianto di videosorveglianza non è facile, considerando la mole e la molteplicità delle telecamere presenti sul mercato. Ogni componente del sistema va a incidere sul prezzo finale, inclusa la centralina che gestisce le telecamere.

Gli impianti basilari possono essere acquistati a circa 200 euro ma quelli più complessi, destinati alle industrie, possono costare anche diverse migliaia di euro. Per tale ragione, è necessario sempre valutare attentamente l'impianto prima di effettuare l'acquisto, in modo tale da spendere il giusto rispetto ai propri bisogni.

Conclusione

L'acquisto dell'impianto di videosorveglianza è un deterrente contro le azioni criminali e vandaliche ma non solo. La possibilità di controllare persone vulnerabili e prevenire situazioni di pericolo è molto importante. Per questo è importante dotarsi di impianti formati da videocamere con un'alta definizione e in grado di informare tempestivamente l'utente.

L'installazione di un sistema di videosorveglianza, con i progressi della domotica, è alla portata di milioni di persone. Quindi, il controllo delle aree di interesse diventa sempre più facile e meno dispendioso. Un motivo in più per proteggere sé stessi e i propri cari dai malintenzionati e da situazioni spiacevoli.

©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram