13 Settembre 2021

Come installare e posizionare un sensore di movimento

Sul mercato sono sempre più numerosi i sensori di movimento. Numerose aziende hanno scelto di produrre dei prodotti all'avanguardia in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più folto.

Il sensore di movimento è un dispositivo elettronico che permette di rilevare un movimento in uno specifico ambiente. Per questa ragione, esso viene utilizzato specialmente per gli impianti di antifurto. Attraverso la propria azione, esso produce delle barriere che fanno entrare in funzione l'antifurto, nel caso in cui esse vengano attraversate da qualcuno.

I sensori di movimento normalmente vengono collocati in aree di passaggio dell'area da proteggere come l'ingresso di un'abitazione o un corridoio. In alternativa, di solito sono installati in corrispondenza delle porte e delle finestre.

Oltre ai prodotti per interni, sono disponibili anche quelli "perimetrali", che sono installati al di fuori dell'edificio permettendo una maggiore libertà per chi vive all'interno.

  • Cos'è e come funziona un sensore di movimento?

    Questo tipo di dispositivo è prezioso per la sicurezza domestica ma anche per altri motivi come l'efficienza energetica. Attraverso di esso è possibile, ad esempio, attivare o disattivare automaticamente le luci.

    I sensori di movimento reagiscono in base a ciò che avviene nell'area di competenza. Il caso classico è quello in cui una persona o un animale si avvicina a un determinato ambiente e il sensore può emettere un segnale sonoro. Tale soluzione è molto valida se si desidera essere avvisati della presenza di animali o di minori in una stanza dove sono presenti delle sostanze pericolose.

    Per quanto riguarda il funzionamento, esistono due tipologie di sensori di movimento: i classici e quelli a tenda. Nel primo caso, si tratta di modelli volumetrici che sono volti alla tutela degli interni. Nel secondo, la funzione principale è volta a proteggere i vari punti di accesso dell'abitazione o dell'ufficio.

  • Come installare un sensore di movimento?

    Installare dei sensori di movimento non è difficile. Trattandosi però di un dispositivo volto alla protezione della propria abitazione e di chi vi abita è opportuno rivolgersi a un tecnico specializzato. Questi, di norma, effettua un primo sopralluogo per valutare la quantità di sensori di movimento necessari e dove collocarli, in modo tale da ottenere una copertura adeguata dell'intera struttura.

    Inoltre, oggi, sul mercato ci sono vari modelli dotati di diverse tecnologie. Quelli con tecnologia wireless hanno un vantaggio importante: consentono di evitare di dover apportare modifiche all'impianto elettrico. Ciò si traduce in minori costi di manutenzione.

    Chi ha più dimestichezza con gli interventi di manutenzione e con l'elettronica può effettuare autonomamente le operazioni utili all'installazione di uno o più dispositivi, senza dover rivolgersi a un tecnico.

    Per installare un sensore di movimento sono necessari:
    Il modello scelto;
    Trapano;
    Dado di bloccaggio.

    Una volta che si hanno a disposizione i tre elementi, è possibile procedere con l'installazione.

    Il primo step consiste nel trovare un modello che sia compatibile con il sistema di illuminazione.

    Dopo aver effettuato la scelta, si possono iniziare le attività di montaggio. Quest'ultimo dipende da alcuni elementi come la presenza o meno del knockout, che può essere incluso nel sensore di movimento. In caso, contrario, è necessario forarlo utilizzando il trapano e una punta da 3 millimetri. A quel punto, bisogna posizionare l'interruttore su OFF e testare i collegamenti prima di eliminarli.
    Se il tester dimostra che non c'è tensione, bisogna togliere le protezioni e separarli tra di loro. Inoltre, bisogna scollegare anche il cavo di messa a terra.

    Successivamente, è necessario individuare la superficie su cui si può installare il sensore. Utilizzando il trapano si può creare il buco di ingresso ed eliminare eventuali superfici taglienti. Dopo aver ottenuto il foro, è necessario accertarsi che non rimangano delle limature di metallo e nel caso in cui vi fossero bisogna rimuoverle.
    A questo punto, bisogna infilare la bussola di gomma e l'albero motore facendo penetrare i cavi tramite il foro che è stato creato. Infine, utilizzando il dado di bloccaggio è possibile fissare il tutto.

    Per quanto riguarda i cavi, è opportuno orientarsi prendendo in considerazione i tre colori: nero, bianco e rosso. Il bianco va collegato con quello del cablaggio principale. Il secondo a quello rosso e quindi al nodo principale.

    Una volta fissato il fascio con il cappuccio in dotazione, bisogna avvolgere il dado servendosi di nastro isolante. Successivamente, è necessario a ricollegare di nuovo la messa a terra e dopo aver riposizionato l'interruttore su ON arriva il momento di testare se il sensore di movimento funziona.

    Eseguendo questi passaggi è possibile installare autonomamente il sensore di movimento. Per i meno esperti, è preferibile non azzardare operazioni che potrebbero compromettere sia il funzionamento del dispositivo sia quello dell'impianto elettrico.

  • Dove posizionare un sensore di movimento?

    I sensori di movimento sono sistemi di sicurezza che si rivelano particolarmente efficaci sia nelle case sia nelle banche o negli uffici. Posizionandoli in modo strategico fungono da deterrente anti-intrusione evitando degli accessi indesiderati ai propri ambienti.

    Il sensore di movimento può essere collocato in prossimità della porta di ingresso, di una finestra oppure della porta di accesso a una stanza che ospita oggetti di valore.

    A seconda delle proprie esigenze, può essere necessario acquistare più sensori e installarli in dei punti dove il passaggio di persone può essere immediatamente segnalato. Il classico caso è quello dei sensori di movimento esterni, al cui passaggio di animali, vetture o persone attivano le luci da giardino illuminando l'area interessata soltanto in tale circostanza. Ciò si traduce in un notevole risparmio energetico, oltre che un valido sistema per evitare degli accessi indesiderati.

Conclusione

Sempre più persone scelgono di acquistare questo tipo di prodotto. La sua affidabilità e i costi non eccessivi, rispetto ai vantaggi, lo rendono una soluzione molto valida.

Proteggere i propri affetti e i ricordi contenuti negli ambienti in cui si vive è molto importante. Ciò spiega anche l'aumento delle proposte sul mercato. Installando più sensori di movimento è possibile ottenere un'elevata protezione.
La possibilità di avvertire la presenza di un ladro dentro o fuori l'abitazione fa cambiare idea alla maggior parte dei malintenzionati contribuendo alla tranquillità di chi vi risiede.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.

La Domotica è qui!

Domotica PRO è la miglior fonte da cui puoi ricavare nuove 'skills' da applicare nella tua Smart Home.
AMAZON ALEXA
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram