26 Gennaio 2022

Cos'è la domotica e come può semplificarti la vita (con 4 esempi)

Aumentano sempre più le persone interessate alla domotica. Il motivo? Grazie a essa si possono automatizzare svariate attività facilitando le operazioni quotidiane. Grazie ai dispositivi smart, che permettono il monitoraggio e la gestione da remoto le possibilità d'uso sono numerose. Questi prodotti svolgono svariate funzioni: dalla gestione dell'illuminazione fino al monitoraggio del condizionamento domestico.

Questo insieme di funzionalità assicura: comfort, sicurezza ed efficienza energetica. L'utilizzo di uno o più dispositivi smart può avvenire anche a distanza tramite delle app per dispositivi mobili (disponibili per sistemi operativi Andorid e iOS). L’IoT, i vari sistemi ed i dispositivi per la domotica lavorano in sinergia condividendo i dati sull'uso e automatizzando determinate azioni.

Cos'è la domotica?

La domotica racchiude tutti i processi che si occupano di tecnologie volte a migliorare il livello di qualità della vita all'interno delle abitazioni e degli edifici. Grazie alla domotica ci può essere un incremento delle performance dei vari impianti domestici mediante un ottimizzazione dei consumi e l'accesso a funzioni avanzate riguardanti la comunicazione, il controllo e la sicurezza.

Mentre un impianto tradizionale è controllabile con dei classici comandi come l'interruttore, quello domotico offre la possibilità di controllare numerose funzioni dei vari dispositivi smart connessi inviando dei comandi da un singolo punto di controllo.

La massima espressione della domotica è l'aiuto offerto ai soggetti più fragili consentendo un loro monitoraggio e la conseguente protezione da situazioni di pericolo.

Differenze tra domotica e smart home

Si tratta di una differenza molto importante da conoscere. La prima richiede che alla base ci sia un progetto che tenga conto delle prestazioni tecnologiche. Il concetto di smart home richiede, invece, l'intervento di internet.

A differenza della domotica, nella smart home ciascun dispositivo ha un proprio sistema e delle specifiche applicazioni e si pala, in riferimento agli apparecchi, di "Internet of things". Un esempio è Alexa perché l'assistente virtuale impara dall'interazione con gli utenti rendendo possibili tante prestazioni. Mentre nella domotica è richiesto un progetto, nella smart home l'internet of things può essere sempre introdotto, a prescindere dalla presenza o meno di una progettazione.

Come funziona un sistema domotico?

Il funzionamento è molto intuitivo perché l'obiettivo del sistema è rendere tutte le operazioni quanto più semplici e rapide. Sul mercato vi sono vari tipi di impianti e di centraline. La maggior parte dei benefici che ne possono derivare sono legati al sistema scelto.

La scelta migliore è quella di affidarsi a ditte specializzate e informarsi bene sul tipo di sistema domotico da acquistare. La maggior parte di quelli in commercio sono gestibili con delle applicazioni per smartphone e tablet. Cio lo fende molto facile e sicuro. Quindi, anche quando l'utente si trova fuori casa può gestire vari dispositivi domotici presenti nell'immobile.

Impianto domotico

Un impianto elettrico domotico sfrutta le automazioni e le tecnologie necessarie per rendere la casa smart. Si tratta i un sistema che consente di utilizzare dei dispositivi che gestiscono, anche a distanza, in modo automatico gli impianti di casa. Ciò avviene tramite una centralina di controlli e grazie ai sistemi interconnessi con dei protocolli wireless.
In base all'architettura, un impianto domotico può essere:

  • Distribuito: funziona autonomamente o può comunicare con altri estendendo le funzioni del sistema
  • Centralizzato: dove ciascun dispositivo dipende dalla centralina di controllo;
  • Misto: unisce la tecnologia wireless a quella cablata.

Complessivamente, l’impianto domotico accresce la qualità della vita degli utenti offrendo una serie di vantaggi: dalla possibilità di irrigare il giardino in modo automatico fino alla programmazione degli elettrodomestici.

Smart home (senza impianto)

Questa soluzione è molto valida per chi vuole rendere "smart" una o più stanze oppure desidera una ristrutturazione parziale della casa o dell'ufficio. Quindi, a differenza della domotica, è sufficiente cambiare i dispositivi classici con quelli intelligenti. Questi ultimi richiedono una connessione internet e un gateway che faccia da ponte con il cellulare sfruttando la rete Wi-Fi. Il vantaggio della smart home, rispetto alla domotica è che non necessità di interventi edili e gli apparecchi sono controllabili con comandi vocali.

Come avvicinarsi alla domotica (nel piccolo) 

Il primo passo può essere l'acquisto di un assistente vocale: un'applicazione che ascolta la voce umana ed esegue i comandi impartiti. L'assistente può anche svolgere delle vere conversazioni con l'utente ed è presente anche sugli smartphone e i tablet. Lo scopo è quello di affiancare la persone nelle sue attività quotidiane e tra i più famosi vi sono Google Assistant e Alexa di Amazon. Sono delle ottime soluzioni per chi desidera avvicinarsi a questo mondo.

Attraverso la domotica, si possono gestire le prese di casa, alcuni elettrodomestici e addirittura la temperatura di una determinata stanza. Gli assistenti virtuali aiutano l'utente a svolgere tutte queste attività in modo automatizzato perché si connette alle funzioni legate alla domotica, centralizza gli apparecchi smart presenti nell'immobile e li rende controllabili. Tutto questo migliora la qualità della vita rendendolo più libero.

4 Esempi di domotica

La domotica è riuscita a migliorare vari aspetti della vita delle persone intervenendo in vari ambiti. Per avere un'idea concreta della sua portata, vengono riportati di seguito 4 esempi di domotica alla portata di tanti utenti, anche di coloro che per la prima volta si avvicinano a questo settore.

Smart TV

Le televisioni moderne possono collegarsi a Internet dando accesso a tanti contenuti on-demand. Svariati modelli prevendono la possibilità di installare e accedere a piattaforme ad hoc quali Amazon Prime Video, Youtube, Netflix e tante altre app simili. Inoltre, alcuni televisori di questo tipo offrono il controllo vocale o gestuale per un'esperienza ancora più smart.

Sistemi di illuminazione intelligenti

Numerose aziende producono questo tipo di soluzione. Esse si rivelano molto efficienti, in termini di consumo energetico, perché sono in grado di rilevare la presenza o meno di persone in una stanza e di conseguenza regolano l'accensione o lo spegnimento delle luci. Inoltre, tanti modelli sono in grado di regolare l'intensità della luce in base al momento della giornata garantendo un comfort elevato.

Termostati intelligenti

Sono dotati di un modulo Wi-Fi, che consente agli utenti di programmare e controllare a distanza le temperature domestiche. Tali prodotti apprendono le abitudini dell'utente e regolano, di conseguenza, le impostazioni. In questo modo, essi diventano capaci di segnalare un consumo di elettricità oppure la necessità di un determinato intervento di manutenzione.

Irrigatori smart

Con i sistemi di irrigazione intelligente le piante non si seccheranno più quando si trascorrono lunghi periodi di assenza da casa. Basta un clic per avviare l'irrigazione ed è anche possibile programmare l'intervento di questi dispositivi per renderli completamente autonomi.

Pro e contro della domotica

Avere un impianto di domotica in casa offre numerosi vantaggi ma anche qualche svantaggio.
Per quanto riguarda i pro, si possono automatizzare e gestire, da remoto, tante operazioni che altrimenti andrebbero eseguite manualmente. Inoltre, un sistema di domotica consente di avere il controllo della propria casa contribuendo a rafforzare il livello di sicurezza. Tutto questo comporta un incremento del valore, della comodità e dell'efficienza dell'abitazione.

Riguardo i contro, ce n'è uno in particolare: il fatto che per connettere i vari impianti è necessario un intervento di manodopera specializzata. Per tale ragione, la domotica interessa soprattutto a chi deve ristrutturare un vecchio immobile o chi si trova nella situazione di dover intervenire sui vari impianti elettrici. Un altro contro consiste nel fatto che essendo un sistema informatico, la domotica deve essere realizzata da aziende specializzate e ciò richiede una scelta accurata e consapevole da parte dell'utente.

Conclusione

Tirando le somme, chi sceglie di installare un impianto domotico deve essere consapevole delle spese a cui va incontro e prendere in considerazione quello più adatto ai propri bisogni. In ogni caso, una volta provata, la domotica diventa quasi irrinunciabile perché semplifica notevolmente la vita domestica e incrementa il livello di comodità.

Due risultati non da poco, se si considera che in una casa di solito abita più di una persona e che quindi il beneficio si estende a più persone.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram