19 Novembre 2021

Come collegare Alexa alla luci e comandarle

Le luci intelligenti sono tra i principali acquisti nell'ambito della domotica.
Il fatto di poter comandare a distanza le lampadine, anche tramite dei comandi vocali, assicura una serie di vantaggi a livello pratico.

Esistono svariate funzioni e ciascuna di esse permette di svolgere determinate operazioni che richiederebbero l'intervento fisico da parte dell'uomo come alzarsi dalla poltrona per dover spegnere una lampada da soggiorno. Ciò comporta, per l'utente, un minor dispendio di energie e più comodità.

Alexa e Amazon Echo sono molto popolari in tutto il mondo e milioni di persone li utilizzano nella loro quotidianità. Il merito è della semplicità d'uso e del fatto che essi consentono di gestire in modo veloce non solo l'illuminazione domestica ma una serie di elettrodomestici intelligenti. Tutto ciò senza richiedere alcun movimento ma soltanto un comando vocale. L'interazione avviene in diverse occasioni, per motivi di utilità o per semplice svago.

L'assistente vocale in questione ha fatto da apripista alla domotica per tante persone, anche poco esperte del settore. Si tratta di un assistente vocale che sfrutta l'intelligenza artificiale per eseguire i comandi impartiti dall'utente. Quindi, basta pronunciare "Alexa" e il dispositivo si attiva.

Per poter usufruire dei servizi messi a disposizione, è necessario che l'apparecchio collegato ad Alexa abbia accesso alla rete Wi-Fi domestica e che venga scaricata Alexa app. Quest'ultima è gratuita e consente di gestire Alexa anche da uno smartphone o da un tablet. Nel caso in cui si volesse utilizzare l'assistente vocale soltanto tramite dei comandi vocali, allora si può utilizzare il cellulare soltanto per la configurazione dei dispositivi e successivamente effettuare delle richieste a voce attraverso Amazon Echo.

Come verificare la compatibilità delle luci con Alexa

Prima di acquistare una lampadina smart è necessario verificare la compatibilità con Alexa del modello preso in considerazione. Il rischio, altrimenti, è di non poterle aggiungere al sistema domotico e quindi di non poterle controllare a distanza. Alla luce di ciò, prima di comprare un prodotto bisogna verificare se sulla confezione o nel manuale è specificato "compatibile con Amazon Alexa" o "compatibile Amazon Echo".

Di seguito, sono riportati tre modelli compatibili, che possono essere acquistati immediatamente.

Tutti i prodotti elencati sono compatibili con Alexa, quindi l'unica cosa da fare è collegarli alla rete Wi-Fi, tenendo presenti le indicazioni del manuale d'uso e utilizzare le app di ogni prodotto per la configurazione dell'accesso remoto. Per fare questo, è necessario creare un nuovo account e solo al termine della procedura è possibile configurare Alexa. Se invece si desidera utilizzare delle lampadine non compatibili, è necessario acquistare anche degli adattatori smart per effettuare il collegamento.

Come collegare Alexa alle luci?

Dopo aver collegato le lampadine intelligenti (o le prese o gli adattatori) e averle collegate correttamente alla rete Wi-Fi, serve uno smartphone o un tablet su cui installare l'applicazione Amazon Alexa, disponibile per Android e iOS.

Dopo averla scaricata, si procede all'avvio e poi bisogna effettuare l'accesso all'account Amazon con le credenziali in proprio possesso. In caso di primo utilizzo di Amazon, è necessario creare un nuovo account direttamente dall'app o sul sito ufficiale dell'azienda americana.

Una volta effettuato l'accesso, bisogna cliccare su Dispositivi in basso a destra, selezionare il pulsante + in alto a destra e premere su Aggiungi dispositivo. Nella nuova schermata, scegliere l'opzione in base al dispositivo da configurare: Lampadina per configurare una lampadina Smart; Presa per una presa intelligente o Interruttore per la configurazione di un adattatore Wi-Fi nel caso in cui si optasse per delle lampadine classiche.

Poi andare su Di che marca è ? e scegliere la marca del prodotto, dopodiché premere su Continua e cliccare su Abilità all'uso. A quel punto, vengono richieste le credenziali di accesso per il servizio associato alle luci o a un altro prodotto smart che si sta configurando. Se le credenziali sono corrette, basta selezionare Link now per aggiungere il controllo del dispositivo all'interno di Alexa.

Nel caso in cui la marca non dovesse comparire nell'elenco, bisogna cliccare su Altro e procedere con la configurazione manuale del dispositivo. Così facendo, esso appare all'interno di Alexa. Quindi, dopo aver effettuato il collegamento è sufficiente decidere il nome del dispositivo connesso, in quale stanza o categoria inserirlo (bagno, camera da letto, ecc.) e cliccare su Fatto.

Come comandare le luci con l'app Alexa?

Dopo aver aggiunto tutti i dispositivi all'app Alexa, si può cominciare a dare dei comandi vocali direttamente dall'applicazione. Per farlo, premere su Dispositivi (nella parte bassa del menù), scegliere il dispositivo desiderato e cliccare su ON o OFF per attivare o disattivare le lampadine.

In alternativa, è possibile cliccare sull’icona del fumetto (presente nel menù in basso) per attivare Alexa e formulare un comando vocale. Per saperne di più, cliccando sul pulsante  posizionato in alto a sinistra, premere sulla voce Cose da provare e poi sull’opzione Casa intelligente. In questo modo si può venire a conoscenza dei vari comandi utilizzabili con Alexa per controllare le luci.

Di seguito sono riportati alcuni esempi che consentono di effettuare determinate operazioni di gestione delle luci mediante l'assistente vocale di Amazon:

  • "Alexa, accendi le luci [stanza]"
  • "Alexa, accendi [nome dispositivo]"
  • "Alexa, accendi tutte le luci in cucina"
  • "Alexa, spegni tutte le luci di casa"
  • "Alexa, accendi le luci del soggiorno alle 20.30"
  • "Alexa, svegliami alle 22 e accendi tutte le luci di casa"

Come programmare l'accensione e lo spegnimento delle luci?

Con le routine di Alexa si può apprezzare ancora di più l'utilizzo dell'assistente vocale della casa statunitense. Le funzioni programmabili sono svariate e vanno dalla semplice accensione fino al controllo della luminosità. Si possono addirittura programmare le luci in determinati orari di specifici giorni.

Se in casa non si hanno delle lampadine smart, è necessario collegare quelle a disposizione ad Alexa sfruttando una o più prese intelligenti. Queste ultime vanno programmate con Alexa o un altro dispositivo collegabile a essa come uno speaker Amazon Echo. Diverso è il caso delle lampade intelligenti, di cui va sempre verificata la compatibilità con Alexa all'interno della descrizione del prodotto o sulla confezione. In questo caso, una volta che avviene la connessione delle luci con Alexa, bisogna individuarle andando su “Dispositivo” nella parte inferiore dell’app, seguito da “Luci”.

Per avviare la programmazione: andare sull’app Alexa e premere su “Altro” nella parte inferiore dello schermo. A quel punto, scegliere “Routine”, poi su "Nuova routine" premendo l'icona più (+) collocata in alto a destra. Dopodiché andare su “Inserisci nome routine” e digitare un nome semplice come “Routine a luci luminose”. Una volta completato l'inserimento, procedere toccando “Avanti” in alto a destra. L’app, quindi, rimanda alla pagina Nuova routine e a quel punto scegliere “Quando ciò accade” e poi selezionare “Programma”.

Se si desidera programmare l'attivazione delle luci a un orario specifico, bisogna optare per la voce "On Time" e andando su "Ripeti" si possono selezionare i giorni in cui si vuole programmare l'accensione. Tutti i giorni sono indicati in nero di default ma toccando sul giorno indesiderato, quest'ultimo diventa grigio. Una volta fatto ciò, toccando "Ora" si indica l'orario desiderato. A quel punto, cliccare su “Avanti”, posizionato in alto a destra e poi su “Aggiungi azione” e scorri verso il basso per selezionare “Casa intelligente”.

Per trovare i dispositivi, selezionare Tutti i dispositivi per trovare le luci e compare un elenco, in cui bisogna scegliere le luci da programmare, che possono avere varie funzioni come Flusso (per attivare o disattivare le luci) e Luminosità (per modificare il grado di luce emessa).

Per programmare l'attivazione di una lampadina, ad esempio, è necessario andare su "Alimentazione” e cliccare su On all'interno dell'interruttore, che a quel punto diventa di colore blu. Poi andare su Avanti per accedere alla sezione Nuova Routine. Quindi, toccare "Aggiungi azione" e successivamente, scorrendo in basso scegliere "Attendi". Questo serve per la programmazione dell'accensione delle luci in una sola routine.

Nel caso in cui si desideri, invece, attivare le luci alla 21:00 e spegnerle alle 23:30, è possibile aggiungere un ritardo di attesa di due ore e aggiungere un'altra azione per la disattivazione delle lampadine. Il ritardo massimo programmabile è di quattro ore, all'interno di un'azione di attesa. Tuttavia, si possono aggiungere più blocchi per ottenere un tempo di attesa maggiore". Infine, una volta creata la routine, per salvarla basta selezionare "Salva" in alto a destra.

Un'altra opzione interessante consiste nel programmare l'accensione delle lampade all'alba o al tramonto ed è accessibile selezionando una delle voci specifiche "Alba" o "Tramonto" al posto di quella "Imposta ora". I passaggi successivi sono gli stessi di quelli descritti sopra. Infine, un'altra funzionalità è l'opzione "Time Offset" che consente di modificare il programma delle luci fino a un'ora prima o dopo che il sole sorga.

Come comandare le luci con un dispositivo Echo 

Come già accennato, è possibile comandare le varie luci domestiche anche mediante un Amazon Echo, configurato con lo stesso account Amazon utilizzato per la configurazione di Alexa. Quindi, se si ha a disposizione un dispositivo Amazon Echo, è sufficiente pronunciare la frase “Alexa, accendi le luci [nome gruppo]” oppure “Alexa, accendi [nome dispositivo]” per mettere in azione l'assistente vocale.

Al fine di rendere il concetto più facile, può essere utile il seguente esempio: se si ha una lampadina intelligente aggiunta nel gruppo Camera da letto e a cui è associato il nome Lampada Azzurra, per accendere le luci si possono pronunciare i comandi vocali: “Alexa, accendi le luci in camera da letto” oppure “Alexa, accendi la lampada azzurra”.

Conclusione

L'enorme diffusione di Alexa fa sì che sempre più persone debbano seguire questi passaggi per configurare il proprio assistente vocale. La necessità di accendere o spegnere le luci per risparmiare energia elettrica e la possibilità di programmare l'attivazione o la disattivazione sono due comode funzioni. Seguendo correttamente tutti gli step indicati ognuno può non solo utilizzare Alexa in modo pratico ed efficace ma anche risparmiare notevolmente sulle spese domestiche legate al consumo di elettricità.

Ciò rende particolarmente vantaggioso l'acquisto di lampadine smart che oltre a illuminare gli ambienti sono completamente controllabili a distanza, tramite comandi vocali, non necessitando di particolari interventi di installazione e manutenzione. Si tratta, quindi, di una soluzione alla portata di tutti, che può introdurre una valida soluzione domotica anche nelle case meno moderne migliorando la loro qualità, dal punto di vista dell'efficienza e della vivibilità.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram