29 Dicembre 2021

Come accendere il PC con Alexa: la soluzione più semplice

Sempre più persone sono abituate all'utilizzo di Alexa nella propria quotidianità. L’assistente vocale di Amazon consente di automatizzare una serie di attività semplificandole. Utilizzando soltanto la voce, è possibile accendere vari dispositivi tra cui il PC. Il modo più semplice per farlo prevede l’utilizzo della tecnologia Wake-on-LAN, o WoL. Si tratta di una funzione presente su diverse schede di rete Ethernet, che permette di accendere il PC in modo completamente automatico, nel momento in cui esso riceve un determinato segnale dal router, chiamato "Magic Packet".

Requisiti 

Affinché tutto proceda in modo soddisfacente, è necessario che il PC da attivare il dispositivo da cui invocare Alexa siano connessi alla rete locale prodotta dallo stesso router. Per fare tutto ciò, il PC deve essere dotato di scheda Ethernet integrata, che va collegata al router utilizzando il cavo.

Se il computer non ne è dotato, l'utente può ovviare alla mancanza dotandosi di un adattatore USB/Ethernet, capace di trasformare una delle porte USB libere del dispositivo in una porta di rete. La spesa, in questo caso, è contenuta e comporta una grande vantaggio.

Un altro requisito può essere una coppia di Powerline Ethernet, qualora il PC e il router siano molto lontani fra loro. Sono degli apparecchi con cui è possibile trasmette il segnale di rete tramite il classico impianto elettrico domestico, evitando i tradizionali cavi per collegare il PC al router.

Come accendere il PC con Alexa con WoL (Wake on LAN)

Per poter accendere il PC con Alexa sfruttando WoL, bisogna innanzitutto configurare il computer affinché esso possa ricevere il "pacchetto magico". Poi, è necessario configurare una skill Alexa, in grado di trasferirlo al PC.

Per poter accendere il PC con Alexa, l'utente deve attivare la tecnologia Wake-on-LAN, in modo tale da permettere alla scheda di rete di intercettare il “pacchetto magico”.

Configurazione PC

Chi desidera effettuare la configurazione in modo corretto, deve innanzitutto verificare che la tecnologia Wake-on-LAN sia abilitata nel BIOS/UEFI del computer. Quindi, bisogna riavviare il PC e accedere al pannello di gestione, poi andare nella sezione riguardante la configurazione del BIOS (solitamente denominata Config), alle opzioni di rete (Network options) oppure alle impostazioni avanzate (Advanced settings) e individua la voce dedicata a WoL, che può avere diversi nomi: Wake-on-LAN, Remote Wake Up, Event Wake Up, Power On by PCIE/PCI, Magic Packet Wake Up, Wake up on PCI Event, Wake up on LAN, WOL by Magic Packet e così via.

Una volta individuata, è necessario abilitarla utilizzando il mouse o la tastiera, quindi salvare le modifiche applicata ed effettuare il riavvio del sistema. Una volta tornato a Windows, bisogna verificare che la tecnologia sia abilitata lato software. Quindi, accedere a Gestione dispositivi di Windows, cliccando sul tasto destro sul pulsante Start (l’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo) e selezionando la voce dal menu proposto.

A quel punto, andare su Schede di rete, espandere la relativa sezione e cliccare due volte, in rapida sequenza, sul nome della scheda Ethernet, per visualizzarne le Proprietà. Successivamente, selezionare la scheda Avanzate, individuare la voce Magic packet per la riattivazione all’interno del box Proprietà e verificare che il menu a tendina corrispondente sia impostato su Abilitato, altrimenti farlo manualmente. La stessa operazione va ripetuta anche per le voci Wake on Magic Packet e Wake on magic packet when system is… (in the S0ix power state), se disponibili.

Infine, cliccare sulla scheda Risparmio energia, se disponibile, e mettere la spunta accanto alla voce Consenti al dispositivo di riattivare il computer e, se si vuole che il PC venga riattivato soltanto da WoL (e non da altri eventi), selezionare anche la casella Consenti solo a Magic Packet di riattivare il computer. Una volta fatto tutto ciò, cliccare sul pulsante OK per rendere effettive le modifiche.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario aggiungere un’eccezione al firewall di Windows, in modo tale da consentire l’utilizzo della porta d’ascolto di WoL, che è la porta 9 con protocollo UDP. Inoltre, per essere sicuri che i dati viaggino meglio, si può sbloccare anche l’utilizzo della porta tramite TCP.

In caso di utilizzo di Windows Defender, si può sbloccare la porta con PowerShell/Prompt dei comandi. Quindi, avviare uno dei software in modalità amministratore (per PowerShell, basta cliccare sul tasto destro in corrispondenza del pulsante Start di Windows 10 e selezionare la voce Windows PowerShell (amministratore) dal menu proposto e impartire, uno per volta, i seguenti comandi, seguiti dalla pressione del tasto Invio:

netsh advfirewall firewall add rule name="WoL_UDP" dir=in action=allow profile=any localport=9 protocol=UDP edge=yes
netsh advfirewall firewall add rule name="WoL_TCP" dir=in action=allow profile=any localport=9 protocol=TCP edge=yes

Se, invece, si utilizza un firewall di terze parti, è necessario aggiungere un’eccezione sbloccando la porta 9 sui protocolli TCP e UDP.

Infine, non resta che trovare il MAC Address della scheda di rete cioè l’indirizzo fisico della stessa, da fornire come input alla skill di Alexa. Per fare ciò, cliccare sull'icona della rete di Windows, situata nei pressi dell’orologio (quella a forma di computer o di tacchette) e poi su Proprietà, situata in corrispondenza della rete cablata a cui si è connessi. Per concludere il tutto, scorrere in basso la pagina sulle impostazioni di rete, che dovrebbe aprirsi sul desktop.

Configurazione Alexa

Dopo aver configurato il computer e aver preso nota del MAC Address della scheda di rete, bisogna aggiungere, finalmente, l’apposita funzione ad Alexa utilizzando la skill gratuita Wake on LAN.

Quindi, andare al sito Web della skill, cliccare sul tasto sul pulsante Login with Amazon e inserire le credenziali dell'account Amazon configurato sul dispositivo Echo (o sul device da cui si vuole utilizzare Alexa) e ,se viene richiesto autoriazzare il sito a usare il il profilo Amazon.

Poi andare su Device Panel nella pagina che compare in seguito, digitare il nome del computer (ad es. PC Caterina) all’interno del campo Name e il MAC Address recuperato in precedenza, nel campo di testo MAC.
Per evitare qualsiasi tipo di inconveniente, è opportuno optare per un nome facilmente memorizzabile e ce sia pronunciabile chiaramente. Quindi, bisogna comunicarlo vocalmente ad Alexa, per attivare il PC.

Una volta inseriti i dati necessari, cliccare sul tasto Add. A quel punto, aprire l'applicazione Amazon Alexa per Android o iPhone/iPad premere su Altro, collocato in basso a destra e riconoscibile per l'icona indicata con le tre linee orizzontali e selezionare la voce Skill e giochi dal menù che viene presentato.

Una volta fatto ciò, l'utente deve andare sull'icona della lente di ingrandimento per cercare la skill Wake on LAN, poi selezionare il primo risultato elencato (quello con il simbolo del pulsante power di colore rosso), premere su Abilità all’uso ed effettuare l’accesso con il proprio account Amazon, per collegarla al profilo. Infine, cliccare su Chiudi per finire la procedura.

Dopo aver fatto tutto questo, l'applicazione di Alexa automaticamente dovrebbe ricercare un nuovo dispositivo. Se ciò non avviene, cliccare sull'icona Dispositivi, che si trova in basso e premere sul simbolo "+", posizionato in alto e poi su Aggiungi dispositivo nel successivo menù e per far partire la ricerca selezionare la voce Altro.

Da questo momento, è possibile accendere il PC con Alexa sfruttando Wake-On-LAN mediante il comando vocale "Alexa, accendi [nome computer]”, sostituendo a nome computer il termine utilizzato per abbinare il MAC Address alla Skill (ad es. PC Caterina).

Conclusione

Tutto questo permette di rendere ancora più semplice la vita di coloro che utilizzano Alexa per attivare o disattivare dei dispositivi. Il caso del PC è uno dei più frequenti perché molti utenti possono avere bisogno di tale funzione e bastano pochi e semplici passaggi per rendere l'azione completamente automatica.

Questo fa sì che numerose persone possano applicare le operazioni indicate sopra e utilizzare in modo ottimale Alexa. Non sono necessarie particolari abilità e per tale ragione il procedimento può essere appreso e messo in pratica anche dai meno avvezzi alle nuove tecnologie.

Luca Campanella, classe 1996, irrefrenabile viaggiatore con la grande passione per la tecnologia, l'Arte e le storie distopiche. Condividere e sapere è ciò che più lo entusiasma. Nerd da prima che andasse di moda.
©2018-2021 Domotica PRO - Digital Services - P. Iva 01263740860
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram